PIETRE:

Commercialmente si usa il termine pietre verso quei materiali non lucidabili o non abitualmente lucidati perche' non hanno il grado di diffrazione della luce che e' associato allo spendere dei marmi.
Il termine pietra non viene usato in ambito scientifico, la consuetudine settoriale vi include diversi tipi di rocce: ignee, sedimentarie o metamorfiche come rocce clastiche che derivano dalla cementificazione di pietre precedentemente erose e spezzettate. In base alle dimensione degli elementi costituenti si hanno le argilliti (millesimi di millimetro). le arenarie (millimetri) che si formano per cementazione di sabbie silicee mentre sabbie calcaree formano i tufi, oppure conglomerati (centimetri) composti da elementi arrotondati che trovano vasto impiego, come materiali da costruzione, come rivestimenti esterni e per pavimentazioni con finitura della superficie a spacco naturale,
se gli elementi hanno forma poligonale si parla allora di brecce (che vengono qui trattate unitamente ai marmi in quanto lucidabili)
Tutte le pietre naturali, anche quelle lucidabili come i marmi o i graniti, possono comunque essere lavorate a spacco cava e avere una superficie irregolare o solo levigata (opaca).

Composizione:
Dalle calciti ai silicati (quarzo)

Collocazione geologica:
Si tratta di un gruppo eterogeneo che comprende periodi come il:
- Cretacico 140-65 milioni di anni fa
( Pietra Serena, Pietra di Aurisina, Pietra Lessinia, Pietra di Credaro, Pietra di Sarnico)
- Eocene 55-40 milioni di anni
( Pietra Piasentina )
- Miocene 22-25 milioni di anni
( Pietra Dorata )


Infine ricordiamo tra tutte le pietre naturali i materiali semipreziosi e preziosi che hanno anche essi sia la proprieta' della lucidabilita' sia colorazioni e disegni pregiati, la differenza sta nella loro rarita' tanto che non si possono estrarre blocchi di dimensioni utili alla realizzazione di coperture e rivestimenti, vengono comunque usati come intarsi o tessere di mosaici, ad esempio i mosaici di lapislazuli e oro di Ravenna, per l'oggettistica e la gioielleria.

Recentemente sono state proposte al mercato agglomerati di pietre semipreziose che possono essere lavorati come normali lastre di marmo.
I componenti di questi materiali sono anche detti pietre dure per la loro relativa durezza (di solito oltre il 6 della scala Mohs), si ricorda la Malachite, dal colore verde intenso a bande striate, un carbonato idrato di rame, i calcedoni come le Agate e le Onici vere (non gli alabastri), i Diaspri, composti da silice monogranulare di origine sedimentaria, tutte le forme impure di quarzo come l'ametista, il citrino, il quarzo fume', quarzo rosa e altre pietre come la fluorite

Presentiamo una selezione di pietre naturali e le loro schede tecniche, sono indicati i materiali di origine alpina e la societa' estrattiva se associata. Sono tutti rigorosamente di origine naturale.. Data la variabilita' naturale le immagini sono indicative.
In grassetto i materali di provenienza alpina


















Condividi




ENGLISH



copyright Associazione Marmisti Regione Lombardia
info@assomarmistilombardia.it
dal 2001 - tutti i diritti riservati
realizzazione e mantenimento ever